Categoria: Descrivere

  • La fine dell’homo faber

    La fine dell’homo faber

    La fine dell’homo faber. Liberi dal lavoro. Un breve saggio di Maurizio Ferraris. «Chi prenderà il posto dell’homo faber. Forse l’homo sapiens? È correre troppo. Niente della nostra esperienza ci conforta su questo punto, e consigliare a un rider soppiantato da un drone di riciclarsi in un lavoro creativo sarebbe una freddura di cattivo gusto:…

  • IA: sfide e limiti in rassegna, noiosa ma utile

    IA: sfide e limiti in rassegna, noiosa ma utile

    IA: sfide e limiti in rassegna, come tutte le rassegne un po’ noiosa ma utile. Se di intelligenza artificiale (IA) ne sapete poco, partite da qui. È una rassegna, spiegata in modo semplice, degli strumenti e dei servizi che l’intelligenza artificiale offre. Stefano Casini è l’autore di questo capitolo tratto da Generazione AI, una monografia…

  • ChatGPT in un vicolo cieco: errori folli e inaffidabilità

    ChatGPT in un vicolo cieco: errori folli e inaffidabilità

    ChatGPT in un vicolo cieco: errori folli e inaffidabilità. Quando sbaglia, ChatGPT sbaglia di brutto. Per esempio può dire cose assolutamente ridicole e quando gliene chiedi conto, mente. Questo difetto è “fatale”, afferma Larson. Non si possono affidare a ChatGPT compiti cruciali, perché non si può prevedere in anticipo quando fallirà. Questo articolo divulgativo è…

  • Dall’ebbrezza della libertà al domino delle Big Tech

    Dall’ebbrezza della libertà al domino delle Big Tech

    Dall’ebbrezza della libertà al domino delle Big Tech. L’Internet aperta e interoperabile degli inizi non esiste più. L’evoluzione della rete è caratterizzata da una forte concentrazione in quasi tutti i servizi fondamentali. Un’evoluzione negativa per l’Europa perché crea problemi economici, politici, sociali e di sicurezza. È auspicabile dunque un ritorno ai principi originali di Internet,…

  • Dante protagonista

    Dante protagonista

    Dante protagonista. La mappa mentale Mappa mentale tratta dal saggio di F.Cremascoli, Dante. Percorso di scrittura. Per tornare alla pagina Scrivere su Dante

  • I dannati  all’inferno

    I dannati all’inferno

    ⬅️ I dannati all’inferno. La parafrasi. La voragine infernale ha forma di imbuto rovesciato, è collocata sotto la superficie dell’emisfero settentrionale e si formò per volontà divina dopo la ribellione di Lucifero, che sprofondò nella terra, scavando il burrone infernale e rimanendovi conficcato. In origine le terre non stavano nell’emisfero nord, ma nell’emisfero sud, quello…

  • Nel mezzo del cammin

    Nel mezzo del cammin

    ⬅️ Nel mezzo del cammin. Schedare un racconto in versi. Dante si smarrisce in una selva al momento dell’equinozio primaverile. Vi trascorre una notte vagabondando; all’alba giunge finalmente ai piedi di un colle illuminato dal sole, vorrebbe raggiungere la sommità, ma tre fiere glielo impediscono, ricacciandolo nella selva selvaggia. A un tratto, un’ombra compare. È…

  • Primo, capire ciò che si legge

    Primo, capire ciò che si legge

    ⬅️ Primo, capire ciò che si legge. Nel Convivio, un’opera molto ambiziosa di divulgazione del sapere, scritta tra il 1303 e il 1308, e incompiuta, Dante commenta nel secondo capitolo una sua canzone Voi che ‘ntendendo ‘l terzo ciel movete. Ma prima fa una premessa di carattere teorico: le scritture, tutte, hanno un senso letterale…

  • Grossman – L’odore degli incendi di guerra

    Grossman – L’odore degli incendi di guerra

    L’odore degli incendi di guerra. L’odore degli incendi, l’inferno delle esplosioni, il boato degli aerei, il fracasso delle bombe, l’ammasso di rovine, la strage degli animali: è la distruzione di Stalingrado, cuore di tutto il racconto della guerra. Il collasso della città è narrato e rappresentato con una vivezza, un’intensità che non teme confronto con…

  • Grossman – Aerei e bombe

    Grossman – Aerei e bombe

    Grossman – Aerei e bombe. «I primi aerei apparvero verso le quattro del pomeriggio». (PGC, II, 32). L’arrivo degli aerei su Stalingrado e il bombardamento aereo che la città subisce sono una potente descrizione. L’episodio del bombardamento dell’incendio della città dal saggio di Ferdinanda Cremascoli, Stalingrado, il polittico di Vasilij Grossman, Biblioteca di ItalianaContemporanea, edizione digitale,…

  • Vasilij Grossman e la lezione di Stalingrado

    Vasilij Grossman e la lezione di Stalingrado

    Vasilij Grossman tornò a Mosca dalla guerra. Era l’estate 1945.  Ancora frastornato dalle esperienze terribili e dense che aveva vissuto durante quegli ultimi quattro anni come corrispondente del giornale dell’Armata Rossa, aveva già deciso di raccontarle in un grande romanzo.  Dalla quarta di copertina del saggio di Ferdinanda Cremascoli, Stalingrado, il polittico di Vasilij Grossman,…

  • Giovanni De Luna

    Giovanni De Luna

    Giovanni De Luna. Il secolo del comunismo. «L’esperienza sovietica ha segnato il ’900. Un modello di totalitarismo che la accomuna ai regimi fascisti di Italia e Germania». Breve saggio di Giovanni De Luna, storico dell’Università di Torino, pubblicato su La Stampa del 3 novembre 2017. Su ItalianaContemporanea il testo è parte del Filo di Novembre,…

  • Liliana Cavani

    Liliana Cavani

    Liliana Cavani. L’eredità del ’17. «L’antico sogno di uguaglianza, erede del cristianesimo e della Rivoluzione francese ebbe vita breve in Russia. Con Stalin, il totalitarismo». Intervista di Francesca Paci, pubblicata su La Stampa del 31 ottobre 2017, a Liliana Cavani, regista e sceneggiatrice, nata a Carpi nel 1933. Su ItalianaContemporanea il testo è parte del…

  • Carlo Rubbia

    Carlo Rubbia

    Carlo Rubbia. Cosa resta del ’17? «L’impresa della Luna fu un’avventura scientifica e tecnologica importante che trasse beneficio dalla competizione militare tra i due blocchi. Tuttavia non è la politica ad emancipare l’umanità, ma la conoscenza». Intervista di Francesca Paci, pubblicata su La Stampa del 29 ottobre 2017, a Carlo Rubbia, premio Nobel 1984 per…

  • Gillo Dorfles

    Gillo Dorfles

    Gillo Dorfles. Cosa resta del ’17? «Moltissimo, anche se la sua valenza simbolica non corrisponde più a ciò che allora si pensava dovesse diventare. Tutto l’apparato sociale dell’Europa odierna dipende da quelle giornate memorabili». Intervista di Francesca Paci, pubblicata su La Stampa del 27 ottobre 2017, a Gillo Dorfles, critico d’arte, pittore e filosofo, nato…

  • Agnes Heller

    Agnes Heller

    Agnes Heller e l’eredità del ’17. «La Rivoluzione russa fu un colpo di stato orchestrato da Lenin. Ma il peccato originale che genera bolscevismo, fascismo e nazismo è la Prima Guerra Mondiale». Intervista di Francesca Paci, pubblicata su La Stampa del 26 ottobre 2017, a Agnes Heller, filosofa ungherese nata a Budapest nel 1929 e…

  • Andrej Končalovskij

    indietro Končalovskij e l’eredità del ’17. «Di quell’era terribile non tutto è da buttare via. Tra i risultati positivi ci sono la fine dell’analfabetismo l’industrializzazione e la sconfitta del nazismo» Intervista di Francesca Paci, pubblicata su La Stampa del 25 ottobre 2017, a Andrej Michalkov Končalovskij, nome d’arte, il nome vero è Andrej Sergeevič Michalkov.…

  • Pala eolica, il mulino a vento del III millennio

    Pala eolica, il mulino a vento del III millennio

    Pala eolica. I mulini a vento del terzo millennio: ecco come le pale eoliche riescono a produrre elettricità, sfruttando le correnti d’aria. Una descrizione di Enel: com’è e come funziona una pala eolica. 372 parole. Meno di 2 minuti la lettura. La pala eolica (o aerogeneratore, o turbina eolica) è un piccolo capolavoro di ingegneria,…

  • Disobbedienza Civile

    Disobbedienza Civile

    La disobbedienza civile oltre il paradigma liberale. Questo breve saggio di Marta Cremascoli (disponibile anche nell’originale inglese) ha origine come tesina per un esame universitario. La crisi della democrazia qui è analizzata attraverso un’analisi del concetto di “disobbedienza civile” ne ripercorre la storia nel pensiero liberale, ne evidenzia gli aspetti positivi ma anche quelli critici.…

  • La scrittura morirà. Ecco perché

    La scrittura morirà. Ecco perché

    La scrittura morirà. Ecco perché. Un suggestivo commento sulla fine della scrittura di Silvia Ferrara, professoressa ordinaria di Filologia micenea e Civiltà egee all’Università di Bologna. La scrittura è un’invenzione umana e come tutte le cose umane finirà, anzi sta già morendo: si possono già registrare le avvisaglie. Il testo è pubblicato su La Stampa del 20…

  • Cambridge Analytica

    Cambridge Analytica

    Cambridge Analytica: come ti hackero la democrazia Cambridge Analytica: come ti hackero la democrazia. Nei media si è molto parlato di Cambridge Analytica ultimamente e dell’uso non autorizzato dei dati presi da Facebook. L’intersezione di Social Network, Intelligenza Artificiale (IA) e psicologia comportamentale è perfettamente in grado di costruire la macchina acchiappa-anime. Questo saggio di Luca Passani, è…

  • Pino Calabrò e l’Alveare

    Pino Calabrò e l’Alveare

    Pino Calabrò e l’Alveare Pino Calabrò e l’Alveare. La Rete dei Volenterosi era nata alcuni anni prima come emanazione di una grande comunità radunata su Internet intorno al blog di un ex presentatore televisivo, Pino Calabrò. È un brano tratto dal romanzo di Vincenzo Latronico, La mentalità dell’Alveare (Bompiani 2013, Edizione Kindle). Il brano delinea…

  • Il diritto alla libertà

    Il diritto alla libertà

    Il diritto alla libertà. A buona parte del mondo noi occidentali appariamo lassisti, moralmente disgregati, non di rado depravati. Perché? Il teologo Vito Mancuso discute il concetto di libertà in un commento pubblicato su La Stampa del 12 maggio 2022. Consta di 1.216 parole e richiede circa 6 minuti di lettura. Nel discorso per la solenne…

  • Anci Lombardia e emergenza Ucraina.

    Anci Lombardia e emergenza Ucraina.

    Anci Lombardia ed emergenza Ucraina. Ecco una circolare che si definisce informativa che contiene anche indicazioni regolative. Vi diamo il testo originale (423 parole), che ha un indice di leggibilità molto basso (Indice Gulpease on line, 37/100) e vi presentiamo una nostra riscrittura (328 parole) che raggiunge un punteggio accettabile (62). Se volete imparare a…

  • Il portale di Sant’Anna

    Il portale di Sant’Anna

    Il portale di Sant’Anna. È la descrizione offerta da Wikipedia come parte della più generale descrizione della facciata di Nôtre Dame de Paris: speriamo presto rivisitabile! È un esempio di descrizione. Il portale di Sant’Anna è il portale di destra della facciata occidentale. È il più antico dei tre ingressi e l’apparato scultoreo venne realizzato tra il…

  • Descrivere

    Descrivere

    Descrivere 🏙️. In ItalianaContemporanea sono raccolti come “descrittivi” testi in cui compaiono e sono prevalenti, anche se non unici, i procedimenti descrittivi. Descrivere significa presentare qualità, caratteristiche di un luogo, di una persona, di una situazione, di un’azione. La descrizione richiede un’attenta osservazione di ciò che si descrive e deve comunicare ciò che i nostri cinque…

  • Batter la lastra

    Batter la lastra

    Batter la lastra è uno dei capitoli de La chiave a stella, un romanzo del 1978 costituito da una serie di racconti autonomi raccordati da una novella di cornice. Il racconto in Batter la lastra, è dunque in una posizione centrale, e centrale è la sua riflessione morale sul lavoro umano. Batter la lastra è il racconto…

  • La teoria dell’evoluzione: caso vs progetto intelligente

    La teoria dell’evoluzione: caso vs progetto intelligente

    La teoria dell’evoluzione: caso vs progetto intelligente. È una delle quattro letture dal saggio di Marco Salucci, Dalla mela di Newton all’arancia di Kubrick, pubblicato da Thedotcompany Edizioni. Le altre letture nel podcast Letture in onda. Guida all’ascolto Per mantenere desta l’attenzione mentre si ascolta un discorso è sempre utile la tecnica degli appunti. Si…