Il pericolo dell’orrore virtuale

Il pericolo dell’orrore virtuale. Umberto Eco intervista Tiziano Sclavi su Dylan Dog. Eco: «Vivendo in un’epoca di New Age, un fumetto come Dylan Dog non è una sorta di invito all’irrazionale per un considerevole numero di lettori?». Sclavi: «Ciò che rende virtuale l’orrore non sono i film o i fumetti, ma i programmi televisivi come Carramba che sorpresa!Stranamore e tutte le altre trasmissioni di questo genere… I ragazzi che hanno ucciso gettando i sassi dal cavalcavia non si ispiravano a Dylan Dog, ma a programmi di questo tipo! Io credo che quei ragazzi pensassero di diventare gli ospiti d’onore di una trasmissione televisiva e che la vittima poi li avrebbe raggiunti in studio per un abbraccio finale…»

Nel 1998 Eco e Sclavi si incontrarono per parlare di fumetti e di Graphic novel, di zombie, di violenza e questione morale. L’intervista si legge sul sito di Tiziano Sclavi e fu pubblicata nel volume Dylan Dog – Indocili sentimenti, arcane paure, Euresis edizioni, Milano,1998. Il volume è oggi, febbraio 2023. ripubblicato da Odoya Editore

Su ItalianaContemporanea Graphic Novel è uno scritto riconducibile alla tipologia Narrare. 5.584 parole, 25 minuti circa di lettura. Leggi di più

Scopri di più da ItalianaContemporanea IC

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading