Africa depredata e migrazioni. Perché milioni di esseri umani rischiano la vita, spesso la perdono in viaggio nel Mediterraneo, per fuggire dall’Africa? Le potenze coloniali – oggi s’è aggiunta la Cina – hanno depredato l’intero continente ed hanno determinato la violenza e la povertà che spingono milioni di africani alla migrazione. È tempo di risarcimento – com’è avvenuto dopo la prima guerra mondiale, dopo l’olocausto, e a seguito di disastri naturali. Risarcimento in termini di assistenza allo sviluppo (per fermare la migrazione) e in termini d’integrazione (per assistere gli immigrati). È questo il nucleo del saggio di Antonio Maria Costa, pubblicato su La Stampa del 24 ottobre 2016.

Africa depredata e migrazioni

Da tempo l’Italia sollecita solidarietà in Europa per condividere l’onere dell’immigrazione. La richiesta, senza successo, è motivata da comunanza d’interessi di fronte a violenza e povertà in Africa. In effetti, l’esodo attraverso il Mediterraneo non è solo il risultato di miserie attuali. È conseguenza del più grande crimine nella storia dell’umanità: un delitto perpetrato a Londra, Parigi e Bruxelles – e che ora continua con il concorso di Pechino. Un crimine che ha causato, dice l’ex-capo Onu Kofi Annan, oltre 250 milioni di morti (neri): per farsi un’idea, il doppio dei morti (bianchi) nelle due guerre mondiali. Storia e giustizia motivano la richiesta italiana, non solo solidarietà. Leggi di più

L’audio

Per chi vuole fare un esercizio di ascolto, e per chi preferisce l’ascolto

Guida alla lettura

Africa depredata e migrazioni. Completate la mappa mentale che qui vi proponiamo.

Africa depredata e migrazioni. Esercizio di mamma mentale

Scopri di più da ItalianaContemporanea IC

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading