Raccontami di lei. Storia delle laureate a Padova. Giovedì 2 febbraio 2024 l’Università di Padova ha conferito la laurea in Ingegneria biomedica a Giulia Cecchettin, uccisa a 22 anni da Filippo Turretta, ex fidanzato e assassino, a novembre 2023.

A Padova si laureò, prima donna al mondo, Elena Lucrezia Cornaro, a Padova. Correva l’anno 1678. La sua storia è anche la storia degli uomini che non la ostacolarono, che la sostennero, che videro e riconobbero la luce che portava. Furono cioè quello che Gino Cecchettin ha chiesto a tutti noi, e soprattutto agli uomini, di essere: agenti di cambiamento. 

A Padova si laureò, prima donna al mondo, Elena Lucrezia Cornaro, a Padova. Correva l’anno 1678. La sua storia è anche la storia degli uomini che non la ostacolarono, che la sostennero, che videro e riconobbero la luce che portava. Furono cioè quello che Gino Cecchettin ha chiesto a tutti noi, e soprattutto agli uomini, di essere: agenti di cambiamento.


Raccontami di lei. Storia delle laureate a Padova. Cronaca di Pietro Greco pubblicato il 28 dicembre 2020 su BoLive, Università di Padova. Questo di seguito, è il primo capitolo del terzo libro della collana dei libri de Il Bo Live: Raccontami di lei, ritratti di donne che da Padova hanno lasciato il segno, edito dalla PUP (Padova University Press).

Dal verbale di laurea di Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, prima donna al mondo a conseguire una laurea. 

Sabato 25 giugno 1678,

Convocato il Sacro collegio per l’esame di filosofia dell’illustrissima Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, per la moltitudine di gente e per l’angustia del solito luogo fu necessario portarsi nella cattedrale e riconvocare il collegio nel sacello della beatissima Vergine Maria davanti agli illustrissimi ed eccellentissimi rettori della città, il podestà Girolamo Basadonna e il capitano Alvise Mocenigo, il reverendissimo vicario Alessandro Mantovano e al generosissimo vicesindaco, nel quale erano presenti …

E giù, una caterva di nomi, tra i più accreditati della nobiltà e della cultura patavina e veneziana, accorsi a Padova per assistere e benedire l’evento. Cosicché la discussione della tesi può iniziare, come da verbale:

         E nel predetto sacello e in pieno collegio la suddetta illustrissima Elena Lucrezia Cornaro Piscopia recitò, more nobilium, i due punti di filosofia ieri mattina assegnatele per estrazione a sorte, nella spiegazione dei quali si condusse in maniera tanto egregia ed eccellente che, concluso l’esame della nobile giovane, che rappresentò una prova rara e ammirevole, furono portate come di consueto le urne al …

Leggi di più

Raccontami di lei. Storia delle laureate a Padova. Da notare che il testo latino usa il femminile per i titoli conferiti a Elena Lucrezia Cornaro: “magistra et doctrix in philosophia“, “maestra e dottoressa”. Da notare invece che l’autore dell’articolo continua mettere l’articolo davanti al cognome di una donna: “della Cornaro Piscopia”.

Riassumere la vicenda dei due maestri Carlo Rinaldini e Felice Rotondi e del cardinal Barbarigo.

Notizie da cercare su Patrizia Carrano e l suo libro Illuminata

Sulle nobili veneziane e sul loro destino Penombre femminili. Storia di Venezia, Enciclopedia Treccani

Scopri di più da ItalianaContemporanea IC

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading